Card Treccani Esame di Stato | Giunti scuola store

Card Treccani Esame di Stato

5
Media: 4.5 (2 voti)

Sconto: 15%
Prezzo consigliato: 7,70 €

Disponibile. Prodotto spedito in 3-4 giorni lavorativi.

Per prepararsi adeguatamente al nuovo esame di Stato, Treccani Scuola mette a disposizione di docenti e studenti un’area interamente dedicata alla maturità.
Attivando la card avrai accesso a:
Guide Video in animazione e testi con consigli operativi per affrontare le tre tipologie della prima prova.
• Il nuovo Esame di Stato: la prima prova, la seconda prova, il colloquio, l’ammissione all’esame e i punteggi
• Come affrontare la tipologia A, B, e C della prima prova
• Breve storia dell’Esame di Stato
Esercitazioni Video ed esercizi interattivi di ripasso, palestre di scrittura scaricabili in PDF. Simulazioni stampabili per tutte le tipologie della prima prova (A, B e C). Esercizi interattivi di comprensione del testo Simulazioni stampabili per tutte le tipologie della prima prova (A, B e C). Esercizi interattivi di comprensione del testo.
Monitoraggio Report sull’andamento degli studenti che evidenziano lacune e progressi.
INVALSI Prove INVALSI di Italiano da svolgere online, con feedback immediato. L’attivazione del codice comprende ance l’accesso al portale Treccani Area Italiano. L’accesso per entrambe le aree ha durata 12 mesi dalla data di attivazione.

Il nuovo esame di Stato
Il decreto legislativo 13 aprile 2017, n.62, “Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato” ha modificato e innovato significativamente la struttura e l’organizzazione dell’esame di Stato conclusivo dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado. Il nome stesso di “Esame di maturità” ben rende l’idea di come questa prova delimiti una “linea d’ombra”, un vero e proprio rito di passaggio alla vita adulta: è importante dunque prepararsi ad affrontarlo con serietà. Le nuove disposizioni sono di immediato interesse per gli studenti che dovranno sostenere l’esame a conclusione dell’anno scolastico in corso, dal momento che affronteranno nuovi modelli di prove, significativamente differenti da quelli precedentemente in vigore. Le prime novità riguardano proprio la struttura generale dell’Esame di Stato, che sarà costituito da due prove scritte e da un colloquio orale: non sarà più presente, infatti, la terza prova, che aveva carattere pluridisciplinare e veniva predisposta direttamente dalle Commissioni. Cambiando il numero di prove, cambia anche l’attribuzione dei punteggi e del credito scolastico, con la possibilità di assegnare, rispettivamente, un massimo di 60 e di 40 punti. La partecipazione alle prove INVALSI e lo svolgimento delle ore di alternanza scuola-lavoro non costituiranno, almeno per l’a.s. 2018/19, requisito di accesso all’esame. Potrà tuttavia essere richiesto ai candidati, durante il colloquio orale, di esporre una relazione delle proprie esperienze formative all’interno di aziende o di altre strutture. Sarà invece fondamentale aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale e avere una valutazione non inferiore a 6 in tutte le discipline.